IL LAVORO STRAORDINARIO


Per i lavoratori non conviventi è considerato lavoro straordinario quello che eccede le 40 ore settimanali; viene retribuito con le seguenti maggiorazioni:
·         25% se prestato dalle ore 6.00 alle ore 22.00;
·         50% se prestato dalle ore 22.00 alle ore 6.00;
·         60% se prestato di domenica o in una giornata di festività nazionale;
·         10%per le ore eccedenti le 40 e fino alle 44 settimanali.

Per i rapporti a tempo pieno conviventi le eventuali ore straordinarie andranno recuperate con un equivalente riposo nel giorno successivo.
In caso di emergenza, le prestazioni effettuate negli orari di riposo notturno e diurno sono considerate di carattere normale e daranno luogo soltanto al prolungamento del riposo stesso; tali prestazioni devono avere carattere di assoluta episodicità e imprevedibilità.


Nessun commento:

Posta un commento

Indennità per i lavoratori domestici

L’Articolo 85 del Decreto-Legge 19 maggio 2020, n. 34 prevede un’indennità di 500,00 € al mese per i mesi di aprile e maggio 2020. L’in...