DETRAZIONI E DEDUZIONI


Per tutte le tipologie di lavoro domestico i contributi previdenziali ed assistenziali sono deducibili dal reddito imponibile fino a 1.549 euro, da parte di tutti i contribuenti.
Le persone non autosufficienti hanno l'opportunità aggiuntiva di detrarre dall’imposta sui redditi nella percentuale del 19%, su un massimo di 2.100 euro. Se il reddito del contribuente supera i 40.000 euro la detrazione non viene concessa. questa detrazione può essere fruita, oltre che dal diretto interessato o dai familiari cui sia fiscalmente a carico, anche dagli altri famigliari. Per la certificazione della non autosufficienza è valida anche la certificazione di un medico specialista o di famiglia.
Per maggiori chiarimenti si suggerisce di rivolgersi al proprio consulente fiscale di fiducia.




familla.it

Nessun commento:

Posta un commento

Indennità per i lavoratori domestici

L’Articolo 85 del Decreto-Legge 19 maggio 2020, n. 34 prevede un’indennità di 500,00 € al mese per i mesi di aprile e maggio 2020. L’in...